//Bonus Mobili 2018, ecco la Guida dell’Agenzia

Bonus Mobili 2018, ecco la Guida dell’Agenzia

Per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici si può usufruire, anche quest’anno, della detrazione IRPEF del 50%. Una pratica Guida all’agevolazione è stata offerta nella giornata di ieri dall’Agenzia delle Entrate.

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/AI+guide+italiano/Bonus+mobili+it/Guida_bonus_mobili_2018.pdf

L’Agenzia ha precisato che il beneficio spetta per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione spetta per gli acquisti che si effettuano nel 2018, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2017. In merito agli acquisti del 2017, invece, è possibile fruire della detrazione solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2016. Se invece l’acquisto dell’elettrodomestico o del mobile è avvenuto tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2016, per usufruire del beneficio bisogna aver sostenuto spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio a partire dal 26 giugno 2012.

Quali interventi garantiscono la detrazione? L’Agenzia spiega che gli interventi edilizi necessari sono quelli di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti; ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza; restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile; infine, manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni di edifici residenziali.

2018-01-24T07:45:43+00:00 24 Gennaio, 2018|notizie fiscali|